Lupo Editore

( ... oggetti )
Strumenti
Mercoledì, 17 Lug 2019


  • Rif.: SPU2
  • ISBN 978-88-95861-62-3
  • pagine: 144
  • Dimensioni: 21 X 15 cm
  • Genere: Romanzo
  • Data pubblicazione: 2009
KEEP YORSELF ALIVE

È il racconto della 'strada' di Enzo, figlio di tranquilla famiglia siciliana tradizionale, che tronca la sua giovinezza e taglia i ponti con il paesino d'origine per inseguire un sogno di trasgressione. Infatuato di Daniela, conosciuta durante l'estate dei suoi diciannove anni, che lo ha iniziato alla cocaina, il protagonista sale sul primo treno per Milano per raggiungerla.

Privo di punti di riferimento, nonostante l'incontro con un prete che lo riconosce subito come sbandato, e nonostante il generoso slancio del napoletano Damiano, non sa cogliere le opportunità che gli vengono offerte e prosegue il suo percorso verso un degrado senza ritorno. Conosce la miseria dei marciapiedi, le perversioni di un universo di tossici a cui si lega in modo indissolubile, l'illusorietà di un facile successo da Dj che lo immerge per un certo periodo in un delirio di onnipotenza, schiavo della droga e disperatamente perduto alla società "normale".
A sei anni di distanza dal primo incontro ritrova Daniela, per assistere alla sua tragica fine; e dalla totale solitudine lo salva solo l'affettuosa presenza di una volontaria che lo assiste quando il suo fisico, debilitato dalla tossicodipendenza e aggredito dalla malattia, lo porta ad attendere la fine in un letto d'ospedale. Qui cerca faticosamente di scrivere di sé al fratello minore, per ricongiungersi in extremis, almeno idealmente, ad una famiglia la cui 'voce' significativa resta per lui quella del vecchio Gino, figura chiave del suo ricordo e dei suoi affetti, dopo la cui morte è stato solo il silenzio.
È una storia "forte", provocatoria, scritta in una prosa densa e coinvolgente che si destreggia tra memoria vicina e lontana, tra ambienti, personaggi e situazioni diversi che si richiamano l'un l'altro per associazione di pensiero o per analogie. La tecnica di scrittura è priva di sbavature ed ottiene un effetto-verità; i personaggi sono tratteggiati efficacemente anche con poche battute e/o gesti.

Condividi:

Informazioni Autore/i


Massimiliano CITTÀ

Cresce artisticamente nel gruppo Kiroy, accolita palermitana di scrittori, pittori e musici, agli inizi del 2000. Nell'inverno del 2003 partecipa al Sulmona Festival, Memorial Augusto Daolio, con la b (...)
Leggi tutto: (Massimiliano CITTÀ)


Aggiungi commento


Codice di sicurezza Aggiorna

Utilizziamo i cookie per garantirti la migliore esperienza sul nostro sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk